La nostra storia

 AMARCORD DI VETRINE

da Il Secolo XIX
del 17 febbraio 2005, (tratto da pagina 26)

Da tre generazioni i clienti li chiamano “i piemontesi”. Giacomo, che aprì il negozio nel 1920, arrivava da Visone.
Reggio, nel regno dei buongustai della pasta fresca.

storia_2

Le loro specialità sono i ravioli, i pansoti e i tortellini preparati con gli ingredienti previsti nelle antiche ricette.
Si tolgono la parola di bocca l’un l’altra. E viceversa. “E’ una vita che lavoriamo assieme – raccontano i fratelli Giuseppe e Mirka (ma in realtà all’anagrafe è Violantina) Reggio – e siamo fieri del negozio in via Sestri a Genova“. Sono un tutt’uno i Reggio, seguendo le orme di un nonno (Giacomo) giunto da Visone, dove conduceva un negozio di commestibili con la famiglia.

“Mio nonno – prosegue Giuseppe- era della regione Bonacossa, sulla strada per la cappelletta di Visone. Mia nonna Violantina Guasco, lo aiutava in tutto e per tutto. Così come fecero assieme, arrivando a Sestri Ponente nel ’20 e aprendo un negozio in via Ciro Menotti.

Ma nel ’26, la svolta con un coraggio da leoni. Dalla Fine dell’800, e forse prima, in quanto le origini sono poco note, c’era una merceria condotta dalla famiglia Gherardi. I nonni la rilevarono, tuffandosi nella via principale e diedero inizio allo storico negozio dei Reggio.

storia_4Giacomo aveva due figli, Giacomo il primo ed Emilio, i quali continuarono la tradizione, occupandosi di commestibili, come usava allora. Li chiamavano “Dai piemontesi” , con i sacchi di granaglie e tutti i generi in uso nei bottegoni di una volta.

L’attività proseguì fino al ’44 con le mogli Teresa Ivaldi e Olga Gasparino. Giacomo e Teresa ebbero due figli. Da una parte a questo punto si creò il negozio di commestibili e pasta fresca (ovviamente ancora fatta a mano); dall’altra il salumificio. Mirka ha iniziato a lavorare nel ’62; il fratello, terminato il servizio militare, nel ’68, dopo che il padre Giacomo era scomparso nel ’67.

“Non ci siamo mai tirati indietro, anzi abbiamo rilevato anche l’attività dello zio Emilio quando anche lui scomparve – continua Giuseppe – e abbiamo ristrutturato il locale rilanciandolo definitivamente nel ’97 per la pasta fresca. Un notro conoscente, il Bacci, recitava un detto “Metti bene, vedrai che ti trovi meglio”.

E siamo sempre sulla breccia, uniti nella famiglia e nel lavoro, un motivo ci sarà pure. Per esempio, le nostre specialità sono i ravioli come i pansoti, i tortellini e i capelletti, i taglierini. I ripieni variano secondo le stagioni e quello che passa l’orto; i carciofi,
la zucca, gli asparagi.”

negozio_ex2

Da tre generazioni, i Reggio tengono banco, supportati anche dal figlio di Mirka, Paolo Lualdi, il quale si è specializzato, primo della famiglia a non essere autodidatta. “Facciamo tutto noi – conclude Violantina – con qualche “lusso” di modernità. La sfoglia non è più tirata con il mattarello, ma le macchine sono un aiuto indispensabile.

Alle 6 del mattino, mio fratello inizia il ciclo di produzione e lo conclude spesso sul tardi. Semola di grano duro e uova sono gli unici segreti professionali. Poi, occorre amore e cura, come per i propri figli”.

Lucio P. Ricchebon

Dove siamo

  • Via Sestri, 30 r
    16154 Genova
  • P.iva 00367540101

Contatti

Orari

Mar-Sab 8.30 -13.00 / 16.00 - 19.45
Dom-Lun chiuso

Seguici su